Notizie

News

Informazioni in tempo reale: notizie per data

Attualità “Una regione in cui viaggiare con il cuore”: la Basilicata alla XXIII edizione del festival “Il libro possibile”

“Una regione in cui viaggiare con il cuore”: la Basilicata alla XXIII edizione del festival “Il libro possibile”

Fino al 13 luglio, la nostra regione sarà presente ad uno degli eventi culturali più rilevanti in Italia


Basilicata ancora protagonista. La nostra regione sarà presente alla XXIII edizione del festical Il libro possibile a Polignano a mare. In qualità di regione amica la Basilicata si svela come luogo dal fascino incredibile piena di risorse e di attrazioni turistiche. Filo conduttore degli incontri sarà: Where is the love?’ e in particolare Amore lucano. Una regione in cui viaggiare con il cuore. Il racconto della Basilicata attraverso la letteratura . Federico Quaranta giornalista RAI si occuperà di dare vita ad una narrazione inedita di una terra che è il luogo per eccellenza di alcune delle fiabe più famose del genere letterario. Libri presentazioni racconti tutti aventi al centro la nostra regione e i suoi meravigliosi e fiabeschi borghi.

 12 luglio, 2024
Attualità Cicloturismo: Regione Basilicata e APT partecipano al “Becycle 2024”

Cicloturismo: Regione Basilicata e APT partecipano al “Becycle 2024”

A Firenze, la novità lucana ha catturato l’interesse dei presenti. Presentati al pubblico i progetti “RuoteBasilicata” e “Basilicata free to move”


Il cicloturismo sta diventando un sempre più una risorsa turistica per la Basilicata. A dimostrarlo anche la partecipazione e il conseguente interesse riscosso a Becycle 2024 svoltosi nei giorni scorsi a Firenze. A prendervi parte Antonio Nicoletti direttore dell’ATP lucana e il campione e testimonial lucano Domenico Pozzovivo. In questa occasione curiosi operatori turistici e della comunicazione provenienti da tutto il mondo hanno avuto l’opportunità di scoprire le tante risorse di un territorio ricco di storia e opportunità come la Basilicata. Una regione da vivere in sella alle due ruote. A BeCycle Eccellenza italiana svoltasi su iniziativa di un brand come Pittimmagine e inauguratasi in concomitanza con la partenza del Tour de France da Firenze la Basilicata cicloturistica ha risposto presente con stand e un talk condotto dal giornalista RAI Alfredo Digiovampaolo a cui hanno partecipato il direttore generale di Apt Basilicata Antonio Nicoletti e Domenico Pozzovivo. L’evento ha permesso anche di presentare al pubblico l’app Basilicata free to move con i suoi 21 itinerari ma anche i nuovi progetti come la piattaforma Routebasilicata di cui abbiamo parlato in un precedente articolo e la guida prodotta sempre da Apt L anello dei parchi lucani in bicicletta . Nel suo intervento Antonio Nicoletti ha parlato anche delle numerose iniziative su due ruote made in Lucania come la Pollino Marathon la Maratea Matera e il Basilicata bike trail . Foto: CicloTurismo360

 6 luglio, 2024
Attualità Turismo: Basilicata regina delle spiagge grazie alle prenotazioni online

Turismo: Basilicata regina delle spiagge grazie alle prenotazioni online

Maratea la meta prediletta, segue Metaponto. L’incremento delle prenotazioni, rispetto al 2023, sfiora il 98%


La Basilicata è regina delle prenotazioni online per ombrelloni e lettini. A dirlo è il sito Spiagge.it la piattaforma online leader delle prenotazioni dei posti in spiaggia tramite app e sito web. Un aumento del 98 rispetto all’anno 2023. Il trend legato alle prenotazioni online comunque è in crescita in tutta Italia. Lazio e Marche seguono la Basilicata su un aumento della media nazionale che si attesta al 35 rispetto al 2023. Merito forse di un incremento degli utenti che preferiscono rivolgersi al web per prenotare un posto in spiaggia e di conseguenza che hanno iniziato a rivolgersi a quest’app di recente. Non sorprende infatti che circa il 63 degli utenti che hanno prenotato si sono registrati su Spiagge.it nel primo semestre del 2024. Tra le mete più ambite della Basilicata spicca Maratea che con i suoi 32 km di cosra nel golfo di Policastro offre acque cristalline e un paesaggio incredibile. Segue Metaponto che con la sua storia e le sue lunge passeggiate non ha di certo bisogno di presentazioni. Foto: Wikipedia Commons

 5 luglio, 2024
Attualità Scoperti in Basilicata i resti del leone delle caverne più antico d’Europa

Scoperti in Basilicata i resti del leone delle caverne più antico d’Europa

Si trovano a Venosa e si tratta di un fossile di circa 650mila anni fa


Si tratta di una scoperta a dir poco sensazionale. A Venosa nel sito archeologico di Notarchirico già noto in quanto si tratterebbe del sito in cui sono stati rinvenuti i resti del più antico fossile umano in Italia è stato rinvenuto il più antico Leone delle caverne in Europa risalente a circa 650mila anni fa. La scopertà è stata pubblicata sul Journal Quaternary Science ed è stata fatta dal gruppo di ricerca internazionale guidato da Alessio Iannucci dell’Università tedesca di Tubinga coadiuvato da Raffaele Sardella e Beniamino Mecozzi dell’Università Sapienza di Roma. Come già anticipato la scoperta del frammento di osso di zampa del Leone è soltanto l’ultimo prezioso fossile portato alla luce nel sito di Notarchirico il quale conserva una delle più antiche presenze in Europa della cultura acheuleana . Il frammento di femore di un adolescente di Homo heidelbergensis vissuto tra 695mila e 610mila anni fa ne è la testimonianza più fulgida. Foto: ANSA

 4 luglio, 2024
Attualità Forenza, una comunità viva grazie all'estro degli artisti locali

Forenza, una comunità viva grazie all'estro degli artisti locali

Dalle sentine ai vicoli artistici, passando per le creazioni di Antonello Borrelli: la comunità forenzese vive in simbiosi con l'arte


Tra i borghi del Vulture Forenza per storia arte cultura e tradizioni è sicuramente uno dei più interessanti e attivi. Una comunità tutta da scoprire. Le sentine il patrimonio enogastronomico con vini pregiati e altre prelibatezze i mosaici il corteo storico e i Templari. L’arte e la cultura in ogni forma possibile sono di casa ormai a Forenza. Testimonianza inconfondibile della vivacità di Forenza borgo di appena 1800 anime che da un colle di 836 metri domina la valle circostante è la presenza di numerosi cittadini che si dedicano con cura alla coltivazioni di passioni puramente artistiche . Questo è il caso di Antonello Borrelli il quale da diversi anni dedica parte del suo tempo ad un hobby molto particolare tirando fuori delle vere e proprie opere d’arte. Pur non essendo un artigiano di professione Antonello ha deciso nel suo tempo libero di assecondare una sua passione: dare nuova vita al legno lavorandolo sapientemente per tirare fuori degli oggetti di uso comune ma di grande pregio. Nello specifico Antonello lavora il legno di vite ulivo e utilizza anche i cosiddetti dormienti cioè quei supporti in legno che si trovano sulle spiagge consumati dal mare e dal tempo. Chiaramente il legno va lavorato a seconda del materiale in questione in quanto sono richiesti modi e tempi di lavorazione diversi. Ad esempio l’ulivo va pulito innanzitutto mentre i dormienti vengono assemblati. Attraverso un vero e proprio processo di selezione e di lavorazione certosina escono fuori dei veri e propri capolavori. Come le lampade molto particolari come le forme che assumono una volta finita la composizione. Non solo lampade comunque. Antonello si è cimentato con ottimi risultati anche nella realizzazione di altri complementi d’arredo come vassoi e svuota tasche. Una passione per il legno e le mutevoli forme che può assumere. Un’altra conferma l’ennesima di quanto una comunità così piccola possa essere viva piena di fantasia e di una vena artistica tutta da scoprire.

 1 luglio, 2024
Attualità La Basilicata torna al Salone del Libro di Torino con un suo stand

La Basilicata torna al Salone del Libro di Torino con un suo stand

La Regione torna alla più importante manifestazione dell’editoria italiana con il tema “Basilicata terra dell'immaginario


Torna il Salone del Libro di Torino la manifestazione più importante dedicata all’editoria in Italia. La manifestazione che si tiene dal 9 al 13 maggio vedrà protagonista anche la nostra Basilicata con uno stand istituzionale del Consiglio Regionale. La partecipazione lucana come spiegato da una nota dell’ufficio stampa del Consiglio è basta sul tema Basilicata terra dell’immaginario un modo per rendere omaggio alle infinite possibilità che derivano dall immaginazione in tutte le sue declinazioni . Il fine del claim è chiaro: la Basilicata terra di tradizioni e di ispirazione si propone come un luogo in grado di regalare immagini che vanno oltre le parole in grado di accendere l’immaginazione e la creatività. Un concetto questo rinvenibile anche nelle parole del Presidente del Consiglio lucano Carmine Cicala. Nei cinque giorni al Salone parteciperanno sette case editrici lucane e ci sarà anche una rappresentanza dell Azienda di Promozione Turistica che condividerà lo spazio espositivo istituzionale con l’obiettivo di promuovere il territorio e la cultura regionale in modo sinergico e coordinato . Saranno altresì presentate alcune pubblicazioni inedite i volumi di Rocco Scotellaro i resoconti delle giornate dedicate al centenario dalla nascita del poeta lucano una pubblicazione sull arte in Basilicata e una graphic novel. Seguiranno anche eventi di approfondimento un concerto e visioni immaginarie in linea con il claim della partecipazione. Foto ANSA

 10 maggio, 2024
Attualità Vinitaly 2024: una Basilicata che stupisce con le Cantine del Notaio

Vinitaly 2024: una Basilicata che stupisce con le Cantine del Notaio

La 56esima edizione del prestigioso Salone Internazionale dei vini e dei distillati si è conclusa con ben sei premi per la nota azienda lucana


La Basilicata ancora protagonista grazie alle sue eccellenze e alla bontà delle uve del Vulture. Alla 56esima edizione del Vinitaly il prestigioso Salone Internazionale dei vini e dei distillati che ha ospitato ben 4.000 aziende provenienti da oltre 30 nazioni la nostra regione si è affermata ancora una volta come un esempio di qualità e di innovazione. A partecipare e stupire l’azienda Cantine del Notaio che vanta 40 ettari di antichi vigneti situati tra Rionero Barile Ripacandida Maschito e Ginestra. Nata nel 1998 l’azienda del dott. Giuratrabocchetti si è subito affermata come un punto di riferimento per tutta la regione arrivando ad esportare un prodotto d’eccellenza in tutto il Paese. Anche quest’anno l’azienda ha potuto dimostrare quanto l’unione tra storia tradizione e innovazione sia una soluzione vincente per tirare fuori un ottimo prodotto. Anche quest’anno Cantine del Notaio ha dimostrato come l’unione di storia tradizione e innovazione sia una soluzione perfetta per tirare fuori un ottimo prodotto. All 5StarWines la selezione annuale di vini del Vinitaly dove una giuria altamente qualificata si impegna in una degustazione di 3 giorni l’azienda agricola lucana ha stupito. Una selezione durissima la quale punta i riflettori su tutte le cantine che investono nel miglioramento dei loro vini. Sono stati ben 6 i premi ottenuti da Cantine del Notaio con: Aglianico del Vulture DOC La Firma 2017 Aglianico del Vulture DOC La Firma 2016 Basilicata IGT Bianco La Raccolta 2023 Basilicata IGT Bianco Passito L’Autentica 2022 Aglianico del Vulture DOC Il Patto 2022 Basilicata IGT Bianco Humus 2023 Terre di Magma un nuovo progetto per il mercato americano . Foto: Vinitaly

 9 maggio, 2024
Attualità La Basilicata al CIBUS International Food Exhibition di Parma

La Basilicata al CIBUS International Food Exhibition di Parma

Dal 7 al 10 maggio, 14 aziende agroalimentari rappresenteranno la nostra regione con i prodotti più iconici dell’enogastronomia lucana


La Basilicata farà ancora parlare di sè questo è certo. E la sua cucina si confermerà ancora una delle migliori di Italia. E quale miglior occasione se non al CIBUS di Parma il Salone internazionale dell’alimentazione evento di portata internazionale in cui la lucanità si mostrerà in tutta la sua qualità e tipicità. Snack proteici alle patate Fragole della Basilicata Peperoni di Senise e Canestrato di Moliterno IGP caciocavallo e prodotti da forno e poi ancora salumi BIO legumi pasta olio evo Aglianico del Vulture DOC e liquori. La Basilicata è pronta a stupire. Dal 7 al 10 maggio 2024 si terrà la 22 edizione del CIBUS Salone internazionale dell’alimentazione. La Regione sarà presente con una collettiva composta da 14 aziende agroalimentari nei padiglioni 7 8 stand G028 in 108 metri quadri e con una postazione gestita dall’Unione Regionale Cuochi Lucani per degustazioni e cooking show coordinati dalla struttura di Agromarketing della Direzione Generale Politiche Agricole Alimentari e Forestali. Nell’evento di riferimento per il settore B2B della GDO Ho.Re.Ca e Food Service le aziende lucane avranno la possibilità di incontrare buyer della grande distribuzione italiana e internazionale a oggi più di 1.000 già registrati provenienti da mercati come Stati Uniti Germania Spagna Francia Regno Unito e Medio Oriente. Un’occasione unica per promuovere a livello internazionale le nostre meraviglie enogastronomiche. Tra le novità più rilevanti di questa edizione c’è lo snack alle patate proteico prodotto dall’azienda DA.MO Industria Alimentare di Matera il quale è stato selezionato dalla giuria tecnica di Cibus coordinata da Food Editore per la presenza gratuita nello spazio Cibus Innovation Corner Padiglione 7 stand D137 in quanto tra le principali tendenze dell’alimentare italiano dei prossimi anni. Oltre all’esposizione giornaliera e agli incontri allo stand con cooking show e degustazioni in programma ieri martedì 7 maggio 2024 dalle 14.00 alle 14.45 si è svolta Cibus Destination on Site . Un tour esclusivo per compratori internazionali presso le postazioni della collettiva lucana un modo per conoscere più da vicino i tanti prodotti proposti. Tra le aziende presenti a Parma ci sono: DA.MO Industria Alimentare di Matera M C Fabbrica Alimentare Srl di Tito Pz Società Cooperativa Agricola La Generale di Genzano di Lucania Pz La Nuova Aurora di Potenza Cirigliano Vito e Figli di Moliterno Pz Tenuta i Gelsi di Rionero in Vulture Pz Sempre Freddo di Avigliano Pz Calciano di Tricarico MT Frantoiani del Vulture di Venosa Pz Montanaro Savino di Palazzo San Gervasio PZ Salumi Don Francesco di Stigliano Mt Vitis in Vulture di Lavello Pz Bontà Lucane di Matera. Foto: CIBUS

 8 maggio, 2024
Attualità Castelmezzano: boom di presenze per l’avvio della stagione turistica

Castelmezzano: boom di presenze per l’avvio della stagione turistica

Il Volo dell’Angelo continua a stupire. E a luglio arriva la slittovia


150 prenotazioni e 60 biglietti staccati al momento. La stagione turistica a Castelmezzano in occasione dell’apertura del Volo dell’Angelo 1 maggio comincia sotto il migliore degli auspici. Il Volo dell’Angelo attrattore turistico esistente dal 2007 continua a stupire e a mietere numeri incredibili sfruttando la sua capacità di coinvolgere e affascinare persone di tutte le età e di qualsiasi provenienza geografica. Infatti non sono pochi coloro che arrivano anche dall’estero Francia e Spagna soprattutto per vivere emozioni forti e un’esperienza unica e inimitabile. Il Volo dell’Angelo è nello specifico un viaggio sospesi a un cavo d’acciaio alla velocità di 120 km orari che permette di osservare da una posizione unica le meraviglie delle guglie di roccia delle Dolomiti Lucane. Si può volare da soli o in coppia per circa un 1 5 km lungo un carrello che scorre su un cavo d’acciaio in sicurezza. Il tutto a 600 metri d’altezza. L’incredibile interesse nei confronti di questo attrattore turistico trova conferma nei numeri i quali sono stati commentati anche dall’Amministratore Unico del Consorzio Volo dell’Angelo Donatello Caivano che ha detto alla Gazzetta del Mezzogiorno: i numeri delle prenotazioni per l’apertura hanno superato di gran lunga le nostre aspettative. Questo testimonia non solo la continua attrattività del nostro angolo di paradiso in mezzo alle montagne ma anche la fiducia che i turisti ripongono nella nostra capacità di offrire esperienze indimenticabili dal librarsi in aria alle vie ferrate dalla scalinata normanna di Castelmezzano al castello di Pietrapertosa. Per l’estate in arrivo le prospettive sono più che rosee. La tendenza positiva all’avvio ci suggerisce che questa potrebbe essere una tra le stagioni più memorabili fino ad oggi . Nel frattempo il territorio di Castelmezzano si prepara ad accogliere un altro gioiello: la slittovia. Da luglio questa struttura offrirà un’altra esperienza mozzafiato agli amanti delle emozioni forti. Un viaggio indimenticabile tra le montagne lucane.

 7 maggio, 2024
Attualità La Basilicata nel segno di “Don Chisciotte”: al via le riprese del film con Alessio Boni

La Basilicata nel segno di “Don Chisciotte”: al via le riprese del film con Alessio Boni

Presentato il 3 maggio, il film ispirato alle vicende del personaggio frutto della penna di Miguel De Cervantes, sarà ambientato in Basilicata e Calabria


A partire dalla giornata di ieri lunedì 6 maggio i calanchi pisticcesi si sono trasformati nel set del film Don Chisciotte interpretato dal noto attore Alessio Boni con la regia di Fabio Segatori. Il film tratto dall’opera teatrale del registra e drammaturgo lucano Gerardo Guerrieri è il frutto di una proficua collaborazione tra la Lucana Film Commission e la Calabria Film Commission avente il fine di valorizzare aree poco note delle rispettive regioni. Primo ciak nei calanchi di Pisticci. Poi due settimane di riprese in altri quattro set lucani Montalbano Jonico Craco Borgo Taccone e Genzano di Lucania. Successivamente le riprese si sposteranno in Calabria. Il film è prodotto da Baby Films Srl in collaborazione con l’associazione Gerardo Guerrieri in collaborazione con Lucana Film Commission e Calabria Film Commission. Foto: Wikimedia Commons

 7 maggio, 2024