Notizie

News

Informazioni in tempo reale: notizie per data

Attualità La quarta edizione del Food and Travel Italia Awards sbarca in Basilicata

La quarta edizione del Food and Travel Italia Awards sbarca in Basilicata

Appuntamento a Lavello il prossimo 1 ottobre. Attesi i ministri Patuanelli, Garavaglia e Franceschini


La quarta edizione delle premiazioni di Food and Travel Italia si terrà in Basilicata precisamente al San Barbato Resort di Lavello PZ . Il format italiano della celebre manifestazione internazionale diffusa in 18 Paesi premierà e valorizzerà il meglio del Cibo del Vino del Turismo dell Imprenditoria e della Cultura territoriale dello stivale. Appuntamento il 1 ottobre. I vincitori saranno annunciati durante la sera di gala del Premio presentata dall editore italiano dell omonima rivista Pamela Raeli dal giornalista Giuseppe Di Tommaso della Vita in diretta programma in onda sulla prima rete della RAI e da Andrea Monteforte musicista e compositore. I riconoscimenti da assegnare ricoprono tutti gli ambiti della Ristorazione dell Ospitalità e del Turismo. Tra le categorie premiate spiccano quelle del Ristorante dell Anno e dell Hotel dell Anno. Queste categorie a loro volta sono riunite in sottocategorie come quelle Classico in Città Fuori Città Trattorie di Mare per i Ristoranti mentre per l Hotel spiccano le sottocategorie di in Città Fuori Città Agriturismo Resort e Internazionale. Sono previsti premi anche per i professionisti distintisi nel 2021. Oltre ai luoghi e ai professionisti sono previsti riconoscimenti anche per i prodotti e le aziende di eccellenza delle categorie vino materia prima scuola compagnia aerea compagnia di crociera location e destinazione dell anno. Il quadro è completato dai premi speciali conferiti dal board di Food and Travel a professionalità e personalità che hanno dato lustro ai settori di appartenenza. Tra gli ospiti più attesi spiccano: il Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali Stefano Patuanelli il Ministro al Turismo Massimo Garavaglia il Ministro alla Cultura Dario Franceschini il Senatore Dario Stefàno il Capo di Gabinetto del Ministero dell’Istruzione Ministero dell’Università e della Ricerca Luigi Fiorentino il direttore Marketing e Promozione dell’Agenzia Nazionale del Turismo Maria Elena Rossi il content editor di The World’s 50 Best Bar and Restaurants Mark Samson l’ toile internazionale Giuseppe Picone l’attrice presentatrice e modella Jane Alexander la conduttrice televisiva Angela Rafanelli l’attore di cinema e teatro Marco Aceti e il modello e attore Alessandro Egger. Nel corso della serata verranno inoltre raccolti contributi per la ONLUS Fondazione ANT la quale si occupa di garantire cure domiciliari a 3000 malati di tumore in 31 province e 11 regioni italiane.

 13 settembre, 2021
Attualità Emma Dante ritorna al Città delle 100 Scale Festival con lo spettacolo “Misericordia”

Emma Dante ritorna al Città delle 100 Scale Festival con lo spettacolo “Misericordia”

Appuntamento il 12 settembre alle ore 20,30 al Teatro Don Bosco di Potenza


In occasione della tredicesima edizione del Città delle 100 Scale Festival Emma Dante regista e drammaturga siciliana presenterà lo spettacolo da lei scritto e diretto intitolato Misericordia . La trama narra la storia di tre prostitute e di Arturo un ragazzo menomato. Tutti e quattro i protagonisti vivono in un monovano lercio e miserevole. Di giorno le donne lavorano a maglia e confezionano sciallette al tramonto invece offrono ai passanti i loro corpi. Arturo rimasto orfano in tenera età viene accudito dalle tre donne. L opera si prefigge l obiettivo di raccontare secondo l autrice la fragilità delle donne la loro disperata e sconfinata solitudine . Emma Dante nasce a Palermo nel 1967. Si è diplomata a Roma nel 1990 all Accademia Nazionale d Arte Drammatica Silvio d Amico . Nove anni dopo ha costituito nel capoluogo siciliano la compagnia teatrale Sud Costa Occidentale . Esordisce come regista teatrale nel 2001 con mPalermu primo capitolo della trilogia della famiglia una serie di spettacoli incentrati sul tema della famiglia in tutte le sue sfaccettature. Con questo spettacolo Emma Dante vincerà il Premio Scenario e il Premio Ubu. Gli ultimi riconoscimenti risalgono a qualche mese fa quando la trasposizione cinematografica dell opera teatrale Le Sorelle Macaluso ha vinto ben 5 premi alla 75esima edizione dei Nastri d Argento. Emma Dante presenterà il suo spettacolo al Teatro Don Bosco di Potenza domenica 12 settembre alle 20 30. Il Città delle 100 Scale Festival è prodotto dall associazione Basilicata 1799 in collaborazione con MIC Direzione Generale per lo spettacolo Regione Basilicata Dipartimento presidenza con il patrocinio dell Assessorato alla Cultura del Comune di Potenza e dell APT Basilicata ed è sponsorizzato da BCC Basilicata. Alla rete del Festival che fino al 31 ottobre ospiterà ospiti di caratura nazionale e internazionale aderiscono numerose associazioni e istituzioni scolastiche e culturali. I biglietti sono acquistabili al sito: www.ciaotickets.com festival citta delle 100 scale Per informazioni e accrediti stampa: [email protected]

 12 settembre, 2021
Attualità Gommalacca Teatro al lavoro su “Supernove” con il drammaturgo Ciommiento

Gommalacca Teatro al lavoro su “Supernove” con il drammaturgo Ciommiento

Il progetto è finalizzato alla realizzazione di uno spettacolo dal vivo di narrazione biografica sul ruolo delle donne nel mondo della scienza che farà uso di dispositivi multimediali


Nell’ultima settimana di agosto si è svolta a Potenza presso U Platz spazio civico e teatrale di Gommalacca Teatro a Rione Cocuzzo la residenza artistica di Andrea Ciommiento esperto di creazione performativa e mediazione artistica dedicata alla nuova produzione della compagnia dal titolo Supernove . Supernove si configura come il risultato performativo del progetto Interviste alle SuperNòve con cui Gommalacca Teatro ha ottenuto il premio produzione Wiki Teatro Libero promosso da Wikimedia Italia Foundation e finalizzato a stimolare la condivisione del sapere e a promuovere una partecipazione più consapevole alla fruizione e alla produzione di cultura libera e accessibile a tutti. Quindici i progetti selezionati in tutta Italia per la capacità di raccontare la vita e le opere di donne e uomini che hanno contribuito a diffondere la cultura e la conoscenza libera. Ispirato da un articolo del portale americano Business Insider sulle nove donne più importanti nel mondo Open Source di Linux il progetto Supernove nasce dall’idea di intervistare le donne impegnate nell’ambito delle discipline STEM scienza tecnologia ingegneria e matematica per trarne uno spettacolo divulgativo. La residenza è stata preceduta da un lavoro di ricerca svolto nei mesi di febbraio e marzo 2021 indirizzato a raccogliere attraverso un format di interviste e incontri conoscitivi in videoconferenza le biografie e le storie professionali di donne attive nel campo scientifico: professioniste insegnanti ricercatrici divulgatrici e studentesse. Le interviste hanno previsto una serie di domande sviluppate come metafora degli stadi di trasformazione delle stelle. All’indagine sulle donne scienziate del nostro tempo si è affiancata una raccolta di storie lontane nel tempo e nello spazio sulle donne scienziate rimaste nella storia. Da Ipazia a Margherita Hack una costellazione di supernove capaci di esplodere in tutta la loro luminosità e il loro talento. A fine agosto il team di ideazione scrittura e messa in scena composto da Carlotta Vitale attrice e direttrice artistica di Gommalacca Teatro e da Miranda Masini e Lavinia Molinari giovani allieve dei laboratori di ricerca scenica della compagnia ha iniziato un nuovo percorso di trasformazione dei risultati della ricerca in una narrazione digitale grazie al supporto dei laboratori di creazione multimediale diretti da Andrea Ciommiento che cura drammaturgia multimediale e direzione creativa del progetto. Durante la residenza un gruppo di ragazze e ragazzi di età compresa tra i 14 e i 20 anni è stato coinvolto in esercizi creativi di narrazione con l’impiego di dispositivi multimediali volti alla preparazione di uno spettacolo aperto al pubblico in cui sarà raccontato il rapporto tra donne e scienza attraverso una formula inedita che vedrà l’utilizzo di smartphone videoproiezioni in live stream e interazioni multimediali. Lo sviluppo dello spettacolo è basato sul concetto di co creazione che implica tutti gli strumenti professionali del teatro arricchiti di vari altri strumenti di empowerment focus group interviste brainstorming sottesi alla creazione dal basso di un processo creativo. Questo processo è ormai consolidato nel lavoro di Gommalacca Teatro dopo 15 anni di sperimentazione sul territorio culminata con la messa a fuoco delle metodologie nello sviluppo dei progetti culturali per le Capitali Europee della Cultra 2019 Matera e Plovdiv. L’appuntamento con il pubblico per scoprire come si articolerà la performance narrativa che vedrà gli spettatori partecipanti in modalità attiva è per il 24 settembre data in cui avverrà il debutto in occasione della Notte Europea dei Ricercatori SuperScienceMe 2021 presso il Centro CNR IMAA di Tito le cui ricercatrici e ricercatori hanno mostrato grande interesse per il progetto e accolto la proposta di partire proprio da quei luoghi e comunità da cui si osservano l’universo e la vita con fiducia nella scienza dal presente al futuro. Il debutto definitivo dello spettacolo avverrà il 29 ottobre a Mantova nell’ambito del SEGNI New Generations Festival 2021.

 12 settembre, 2021
Attualità Interessante mostra di arte sacra in esposizione a Potenza fino al 30 settembre

Interessante mostra di arte sacra in esposizione a Potenza fino al 30 settembre

La devozione mariana, tra opere di arte sacra contemporanea e arte votiva


È stata inaugurata mercoledì 8 settembre nella Cappella dei Celestini a Potenza la mostra Regina Coeli. Gratia Plena. Arte sacra contemporanea e Arte votiva a cura di Grazia Pastore e patrocinata dall’Arcidiocesi Di Potenza Muro Lucano Marsico Nuovo e dell’Amministrazione comunale di Potenza. La mostra è dedicata alla devozione del popolo lucano verso la Madonna del Sacro Monte di Viggiano Regina e Patrona della Lucania e si compone di due sezioni tematiche: Arte sacra contemporanea con le opere di autori lucani dedicate all’immagine della Mater Dei e del Mistero divino dell’Incarnazione che Maria rappresenta. Arte votiva con l’esposizione di ex voto nella forma di tavolette dipinte e oggetti votivi in pietra legati al culto Mariano e provenienti da Santuari dell’area di riferimento dell’Arcidiocesi. Interessante il settore Ex Voto un tipo di arte che è stata riconsiderata che oggi non è più definita solamente popolare ma che costituisce un importante patrimonio culturale a testimonianza di un popolo fortemente devoto verso la Vergine. Il materiale votivo in mostra risale alla fine dell’800 metà 900 e proviene dai Santuari lucani della Madonna del Carmine di Avigliano e della Madonna del Sacro Monte di Viggiano. La mostra è visitabile fino al 30 settembre.

 9 settembre, 2021
Attualità Il Castello di Lagopesole in lizza per il Premio Francovich 2021

Il Castello di Lagopesole in lizza per il Premio Francovich 2021

Il maniero lucano candidato come miglior museo-parco di archeologia medievale


La Società degli Archeologi Medievisti Italiani ha bandito la IX edizione del premio intitolato alla memoria dell’archeologo medievista Riccardo Francovich conferito al museo o parco archeologico italiano che a giudizio dei partecipanti alla votazione rappresenta la migliore sintesi fra rigore dei contenuti ed efficacia nella comunicazione. Tra i siti selezionati dalla commissione giudicatrice per il Premio Francovich 2021 c’è anche il Castello di Lagopesole segnalato dalla Pro Loco Castel Lagopesole in quanto il sito lucano rappresenta un mezzo di comunicazione e trasmissione per la conoscenza dell’epoca medievale in particolar modo legata alla figura di Federico II di Svevia. La commissione giudicatrice presieduta da Paul Arthur presidente SAMI e professore di archeologia medievale presso l’Università del Salento è composta quest’anno da: Eva Degl’Innocenti direttrice del Museo Archeologico Nazionale di Taranto MarTA Francesca Morandini dei Musei Civici d’Arte e Storia di Brescia Fondazione Brescia Musei Fabio Pagano direttore Parco Archeologico dei Campi Flegrei MIC Piero Pruneti direttore di Archeologia Viva Giuliano Volpe professore di metodologia della ricerca archeologica dell’Università di Bari e Anna Maria Visser professoressa di Museologia dell’Università di Ferrara. È possibile votare per il Castello di Lagopesole fino al 12 Settembre al seguente link: http: archeologiamedievale.unisi.it sami premio riccardo francovich ix edizione anno 2021 webform. La premiazione avverrà durante il prossimo tourismA il Salone dell’Archeologia e del Turismo Culturale che si svolgerà a Firenze dal 17 al 19 dicembre 2021. A noi lucani non resta che votare per il Castello di Lagopesole!

 9 settembre, 2021
Attualità Il CROB di Rionero in Vulture è ancora un'eccellenza lucana

Il CROB di Rionero in Vulture è ancora un'eccellenza lucana

L'Organization of European Cancer Institutes ha concluso l'iter di accreditamento dell'IRCCS a “centro di eccellenza”


Una commissione internazionale composta da cinque valutatori provenienti da Olanda Svezia Belgio e Italia ha sottoposto il marzo scorso il Centro di Riferimento Oncologico della Basilicata a una verifica approfondita per valutare l aderenza della struttura ai rigidi standard previsti dall Organizzazione Europea degli Istituti contro il Cancro. E notizia di poche ora fa che l organizzazione suddetta abbia concluso e formalizzato l iter di accreditamento dell IRCCS a centro di eccellenza per la cura dei tumori e la ricerca . A renderlo noto è stata la stessa organizzazione continentale con una comunicazione contenente le congratulazioni per il percorso compiuto. Il certificato ufficiale che designa l istituto come OECI Cancer Center l organismo europeo che comprende i principali ospedali oncologici del continente sarà consegnato assieme a una targa durante la prossima assemblea generale dell Organizzazione. L accreditamento ha validità quinquennale e sarà effettivo fino al 31 agosto 2026. Si tratta del secondo riconoscimento dal 2015. Si tratta di un riconoscimento prestigioso che conferma e riconferma la straordinaria importanza che la struttura di Rionero in Vulture dedica alla qualità dell attenzione rivolta al paziente oncologico e all aderenza a parametri sempre più stringenti e vincolanti richiesti per lo svolgimento delle attività cliniche e di ricerca.

 9 settembre, 2021
Attualità Mediterranean Contemporary Art Prize: a Genzano di Lucania la mostra Common Ground

Mediterranean Contemporary Art Prize: a Genzano di Lucania la mostra Common Ground

50 Artisti da 11 Paesi del Mondo articolati in quattro sezioni di concorso


Il suggestivo e millenario castello di Monteserico a Genzano di Lucania ospiterà dal 16 settembre Common Ground la mostra che raccoglie le opere finaliste del Mediterranean Contemporary Art Prize 2021 indetto da Porta Coeli Foundation con lo scopo di promuovere e valorizzare l’Arte Contemporanea quale vettore di sviluppo sociale e culturale. Il Premio con cadenza biennale nasce per garantire al fenomeno dell’arte contemporanea un ruolo rilevante nell’ambito delle iniziative europee di grande interesse artistico e culturale che vedono protagoniste la città di Matera e la Basilicata. Il tema scelto è Common ground: il terreno comune è quel luogo metaforico in cui si incontrano le divergenze in cui si cerca il dialogo e la negoziazione di una comunanza un luogo in cui entità che si riconoscono diverse trovano la praticabilità di una vita comune di un incontro consensuale anche se non privo di conflitti asperità e compromessi. Oltre 50 artisti provenienti da 11 paesi del mondo si ritroveranno nel paese lucano dove il 26 settembre è prevista la premiazione. La mostra è organizzata con il patrocinio di Comune di Genzano di Lucania Comune di Vicchio e Università Popolare degli Studi di Milano in collaborazione con Soprintendenza Archeologia Belle arti e Paesaggio della Basilicata e Pro loco di Genzano di Lucania. Il format si pone come momento di incontro e confronto tra le opere ed il pubblico lo scopo è quello di creare reali opportunità di scambio e connessione che per la Fondazione si rivela eccezionale strumento per entrare a conoscenza tra gli altri aspetti del lavoro di artisti lucani che non hanno mai avuto opportunità o avvertito necessità di interloquire col territorio di provenienza. Gli artisti in mostra provengono da Italia Germania Austria Regno Unito Grecia Cina Taiwan Iran Argentina Stati Uniti Libano. Significative sono le location che di volta in volta vengono scelte per ospitare l’evento luoghi che furono tanto cari a Federico II di Svevia lo Stupor Mundi il primo ad intuire in epoca medievale il concetto della universalità del sapere umano capace di evolvere solo grazie al contributo paritetico dei differenti saperi identitari. La prima edizione del premio si è svolta nel 2019 presso il Castello di Lagopesole: un’esperienza che ha richiamato attenzioni oltre le aspettative e che ha coinvolto in un prototipo di comunità artistica temporanea artisti e visitatori provenienti da ogni angolo del pianeta in un luogo di eccezione riportato a nuova meritata centralità. Il Castello di Monteserico che quest’anno ospiterà il format sorge su uno dei primi terreni di scontro e incontro tra Normanni e Bizantini in un punto di snodo tra Nord ed Est Europa che ha cambiato i destini dell’umanità. Le sezioni di concorso sono: Pittura Scultura e Installazione Fotografia e Video Arte Grafica e Illustrazione. Nei dieci giorni del premio si riporterà quindi il castello all’attenzione della comunità e del territorio anche grazie all’apporto di visite mirate sul territorio per gli artisti partecipanti ed eventi aperti al pubblico

 8 settembre, 2021
Attualità Al via il Matera Art International Film Festival: tante novità e una programmazione raddoppiata

Al via il Matera Art International Film Festival: tante novità e una programmazione raddoppiata

Partirà l'11 settembre e sarà articolato in due capitoli. Pupi Avati tra gli ospiti più attesi


ufficialmente partito il countdown per la seconda edizione del Matera Art International Film Festival che dopo l edizione del 2020 tornerà nella sua nuova veste titolata Ulisse su Marte . Saranno tante le novità a partire da una programmazione raddoppiata. C è grande attesa per gli ospiti tra i quali spiccano nomi altisonanti come Pupi Avati Gianni Maroccolo e Antonio Aiazzi che arricchiranno le serate dedicate ai talk e alle rappresentazioni artistiche. La ricca edizione di quest anno sarà divisa in due capitoli. Si parte l 11 settembre alle 21.00 nei Sassi dove è previsto il Tribute in Light una installazione artistica che proietterà due fasci di luca formati da 48 fari simbolo delle Torri Gemelle per commemorare le vittime degli attentati del 2001. L evento acquisisce un significato maggiore dato che la città dei Sassi è gemellata con la metropoli americana di New York. Infatti la proiezione avverrò in concomitanza con la Grande Mela. Il 12 settembre è previsto un evento artistico che prevede sonorizzazioni dal vivo a cura degli ospiti d onore Gianni Maroccolo e Antonio Aiazzi musicisti di spessore che hanno caratterizzato la musica rock degli anni 80 e comporranno la propria musica sulle scene della celeberrima pellicola cinematografica L Astronave film muto del 1918 del regista danese Holger Madsen. La serata finale prevista per il 19 settembre saranno premiati al Palazzo Lanfranchi i vincitori del concorso fotografico The Human Ambient . A seguire un talk con il fotoreporter Raffaele Petralla e alle 21 con Pupi Avati. Il secondo capitolo della rassegna si svolgerà nel mese di dicembre e sarà incentrato sul tema simbolico del lancio nello spazio . Infatti il personaggio più rappresentativo dell edizione del Festival sarà l imprenditore Elon Musk il quale secondo gli organizzatori al pari dell eroico Ulisse supera le Colonne d Ercole per spingersi oltre i limiti del mondo in questo caso dello spazio in direzione Marte. Oltre l epica al centro della seconda edizione del Festival c è l ingegno la ricerca del coraggio di erigere opere sostenibili e di parlare di diritti. Per la profondità del messaggio e l importanza dei temi trattati il Matera Art International Film Festival può essere annoverato tra i principali punti di riferimento della realtà culturale lucana.

 8 settembre, 2021
Attualità Women’s Fiction Festival Il festival della letteratura tutto al femminile trai Sassi di Matera

Women’s Fiction Festival Il festival della letteratura tutto al femminile trai Sassi di Matera

Ritorna l’evento autunnale dedicato alle donne scrittrici e aspiranti tali


Dal 23 al 26 settembre ritorna a Matera il Women’s Fiction Festival dedicato alla scrittura femminile. Il tema di quest’anno è Ritrovare la gioia . Il festival si pone tra le più importanti kermesse letterarie in Italia ed è organizzata dall’associazione culturale Matera Letteratura. La manifestazione è un momento di riflessione sulla realtà che la circonda e cerca di affrontare grandi temi di attualità sfruttando la potente voce della letteratura e il tema di questa XV edizione non può non essere che quello afghano e da qui l invito a Enaiatollah Akbari autore con Fabio Geda di Storia di un figlio. Andata e ritorno Baldini Castoldi . Akbari si unirà a scrittrici riconosciute a livello nazionale ed internazionale aspiranti scrittrici con un manoscritto nel cassetto editor ed agenti letterari alla scoperta di talenti da lanciare nel panorama editoriale italiano e non solo. Il premio La Baccante andrà a Stefania Auci per la sua determinazione il suo talento la sua crescita come donna mamma insegnante e come scrittrice che raggiunge il successo attraverso la bravura la costanza e l’impegno. Un esempio di successo quello di Stefania Auci che dimostra quanto la letteratura italiana sia sempre più donna. Numerosi gli incontri letterari in programma in questa edizione. La novità è rappresentata dal format dell’evento che propone: una Book Academy con master class e corsi di scrittura creativa Briefings for thriller writers dedicati ai giallisti appuntamenti a tu per tu tra scrittori editor agenti letterari e consulenti editoriali incontri con il pubblico e con gli allievi delle scuole happy hour concerti e la premiazione letteraria denominata La Baccante .

 7 settembre, 2021
Attualità In arrivo sei milioni di euro per rendere più competitive le imprese lucane

In arrivo sei milioni di euro per rendere più competitive le imprese lucane

Il denaro stanziato servirà a rafforzare le filiere agroalimentari regionali e incrementare le capacità produttive


Buone notizie per le filiere agroalimentari lucane: la giunta regionale ha approvato il programma di rafforzamento del sistema regionale delle filiere agroalimentari attraverso lo stanziamento di sei milioni di euro a favore di progetti rientranti nel bando Sottomisura 4.1 per il sostegno a investimenti nelle aziende agricole nell ambito del Piano di Sviluppo Rurale Basilicata 2014 2020. Saranno diciotto le filiere in via di attuazione sostenute attraverso le risorse previste dal PSR operanti nei settori: cerealicolo ortofrutticolo zootecnico latte e carne vitivinicolo olivicolo e in ambiti di recente sviluppo erbe officinali funghi e biologico . Inizialmente i progetti rientranti nel finanziamento furono 286 di cui 223 per la fase produttiva e 63 per le fasi che attengono alla trasformazione e alla commercializzazione. Già nel novembre 2019 su proposta dell assessore Fanelli a cui va la paternità della proposta approvata in giunta sono stati finanziati altri 5 progetti di filiera inizialmente ammessi ma non finanziabili a causa dell esaurimento delle risorse che ammontavano a 4 milioni di euro. Lo scorso luglio con ulteriori 6 8 milioni di euro sono stati finanziati altri progetti di questo genere al fine di rafforzare il più possibile le filiere produttive e le loro capacità di trasformazione. Insomma il provvedimento approvato dalla giunta regionale procederà a finanziare le aziende produttrici inizialmente escluse a causa della carenza di fondi dai programmi di investimento. Saranno sei i milioni di euro stanziati per sostenere i piani finalizzati all incremento delle capacità produttive delle imprese e la quantità di prodotto conferito alle filiere con il fine di consolidare il modello organizzativo. Questo il commento dell assessore alle Politiche agricole e forestali Francesco Fanelli: Si tratta di un ulteriore atto di impegno finanziario verso le imprese che partecipano alle filiere produttive e verso un sistema organizzativo che si propone di superare l’individualità imprenditoriale e si struttura per migliorale la qualità di prodotti incrementare le produzioni ottimizzare i processi di trasformazione e sviluppare la commercializzazione per affrontare mercati sempre più competitivi con possibilità di conquistare nuovi spazi e rendere più remunerative le produzioni lucane già tanto apprezzate dai consumatori. Da evidenziare anche il sostegno delle organizzazioni di categoria a questo modello organizzativo manifestato in concreto nelle fasi di preparazione delle filiere e di coinvolgimento delle imprese .

 7 settembre, 2021