Interviste

Intervista esclusiva a Rocco Rosano, sindaco di Castelsaraceno sull'offerta turistica del “paese dei due parchi"

«Noi cercheremo di lavorare non solo per rafforzare il legame tra il pubblico e il privato a livello locale ma anche per inserirci in un'offerta turistica territoriale su base regionale che sicuramente andrà a rafforzare il brand Basilicata in Italia e all'estero».

294

Intervista esclusiva a Rocco Rosano, sindaco di Castelsaraceno sull'offerta turistica del “paese dei due parchi"

«Noi cercheremo di lavorare non solo per rafforzare il legame tra il pubblico e il privato a livello locale ma anche per inserirci in un'offerta turistica territoriale su base regionale che sicuramente andrà a rafforzare il brand Basilicata in Italia e all'estero».

CASTELSARACENO (PZ) - Alle pendici dell'imponente massiccio del monte Alpi, custodito dai boschi di Pini Loricati, sorge Castelsaraceno un piccolo borgo adagiato sulla roccia. Località turistica suggestiva e dal patrimonio artistico e tradizionale autentico, il paese ospita un'opera ingegneristica diventata ben presto eccellenza nazionale: il ponte tibetano più lungo del mondo, noto come “ponte tra i due parchi". L'attrazione è stata ufficialmente aperta al pubblico dal primo agosto ma registra già numeri da record. Castelsaraceno, però, non è soltanto questo: c'è molto altro. Ne abbiamo parlato con il sindaco, Rocco Rosano, il quale, in questa breve chiacchierata, non solo ha illustrato l'idea alla base dell'offerta turistica del ponte ma anche le altre numerose attività messe a disposizione della comunità e di chiunque voglia recarsi a Castelsaraceno per trascorrere una vacanza a contatto con l'ecosistema naturale incontaminato della Lucania.

Sindaco, da dove nasce l'idea del ponte tra i due parchi?
«L'idea nasce da un obiettivo importante e strategico della nostra amministrazione: quello di realizzare a Castelsaraceno un grande attrattore turistico che avrebbe avuto i connotati di un'opera unica nel suo genere al mondo, in modo tale da innescare un fenomeno di gaming turistico importante al fine di sviluppare attorno all'attrattore un ecosistema turistico partecipato per fare in modo che le imprese, i giovani e soprattutto la nostra comunità traesse da questo progetto ricadute occupazionali e dal punto di vista imprenditoriale».

Ci dia un po' di numeri in questo mese dall'inaugurazione.
«Noi abbiamo aperto al pubblico questo attrattore il primo di agosto. Oggi abbiamo sfondato la quota dei diecimila biglietti. Un risultato straordinario, che non ci aspettavamo e che sicuramente ci gratifica per tutto il lavoro svolto. Ma questo, ovviamente, è solo l'inizio, perché noi cercheremo di lavorare non solo per rafforzare il legame tra il pubblico e il privato a livello locale ma anche per inserirci in un'offerta turistica territoriale su base regionale che sicuramente andrà a rafforzare il brand Basilicata in Italia e all'estero».

Sindaco, quali sono gli altri attrattori turistici?
«Castelsaraceno non è solo il ponte tra i due parchi. Castelsaraceno è anche il Museo della Pastorizia, un contenitore culturale inaugurato nel 2017, che è aperto al pubblico con orario continuato assieme al ponte tibetano, dove noi abbiamo racchiuso la storia identitaria di Castelsaraceno in una struttura high-tech e che presenta un'offerta culturale importante del territorio locale ma anche comprensoriale; ma è anche il nostro monte Alpi, uno dei sei geositi del Parco Nazionale del Pollino, un grande palcoscenico di biodiversità dove è possibile, attraverso sostanzialmente degli itinerari che sono stati anche geolocalizzati attraverso un'app che è “Monte Alpi Experience” scaricabile dal Play Store e dall'Apple Store, fruire questa nostra montagna attraverso degli itinerari tematizzati su varie caratteristiche che la montagna offre, oltreché le aree attrezzate che il comune ha realizzato lì, dove una famiglia, una comitiva o un gruppo di amici possono comunque trascorrere una giornata in pieno relax e nella natura incontaminata che noi abbiamo la fortuna di avere».

Comments :
  • img
    Lorenzo Peterson
    15th August, 2019 at 01:25 pm
    Reply

    " There are many variations of passages of Lorem Ipsum available, but the majority have suffered alteration in some form, by injected humour "

  • img
    Tammy Camacho
    15th August, 2019 at 05:44 pm
    Reply

    " There are many variations of passages of Lorem Ipsum available, but the majority have suffered alteration in some form, by injected humour "

  • img
    Tammy Camacho
    16th August, 2019 at 03:44 pm
    Reply

    " There are many variations of passages of Lorem Ipsum available, but the majority have suffered alteration in some form, by injected humour "

    • img
      Lorenzo Peterson
      17th August, 2019 at 01:25 pm
      Reply

      " There are many variations of passages of Lorem Ipsum available, but the majority have suffered alteration in some form, by injected humour "

Leave A Comment :