Attualità

A San Severino Lucano la giostra più lenta del mondo

Un arcobaleno di colori composto da 12 navicelle, a 1124 metri di altezza, che consentono di ammirare le cime del Pollino e la valle del Sinni

A San Severino Lucano la giostra più lenta del mondo
138

A San Severino Lucano la giostra più lenta del mondo

Un arcobaleno di colori composto da 12 navicelle, a 1124 metri di altezza, che consentono di ammirare le cime del Pollino e la valle del Sinni

Quante volte si è detto che per ammirare le bellezze di un luogo o di un paesaggio, occorerebbe fermarsi un istante, mettendo da parte il nostro concetto di “tempo” per dedicarsi completamente a contemplare le meraviglie della natura.

Questa convinzione si potrebbe facilmente applicare all’opera dell’artista tedesco di fama mondiale Carsten Höller, il quale nel corso degli anni si è impegnato nella ricerca costante di un concetto di divertimento sempre nuovo, trasposto, poi, nelle sue opere che si pongono l’obiettivo di modificare la percezione degli spazi con il fine di imparare a guardare il mondo con ritrovata consapevolezza.

In quest’ottica si inserisce “Rb Ride”, una delle sue installazioni che si erge sul Belvedere di Timpa della Guardia, a San Severino Lucano. Un arcobaleno di colori composto da 12 navicelle, a 1124 metri di altezza e che consentono di ammirare un panorama mozzafiato: da un lato le cime più alte del Pollino e dall’altra la valle del Sinni e l’incantevole diga di Monte Cotugno.

Incastonata nel cuore del Parco Nazionale del Pollino, la giostra di Carsten Höller, ha una peculiarità: è la più lenta al mondo. Un giro, infatti, dura 15 minuti e permette di assaporare fino in fondo lo scenario che si apre davanti agli occhi dei viaggiatori.

Tale installazione, che non tiene minimamente in considerazione il nostro moderno concetto di “tempo”, frenetico e superficiale, permette di vivere fino in fono un’esperienza multisensoriale e di volgere lo sguardo a ciò che ci circonda con l’attenzione che, ormai, abbiamo perso.

Prossima alla riapertura estiva, la giostra si prepara ad accogliere numerosissimi turisti, grazie anche alla pubblicità della rivista Vanity Fair, la quale è rimasta affascinata anche dalle bellezze paesaggistiche di quei territori.

A ciò si deve la volontà del Presidente della Regione, Vito Bardi, di di sostenere la proposta del Gal “La Cittadella del Sapere” di candidare l’area Sud della Basilicata a patrimonio dell’Unesco. Un’area vasta che include: il Parco nazionale del Pollino, il Parco nazionale dell’Appennino Lucano Val d’Agri-Lagonegrese e Maratea. Una proposta importante per la Basilicata, che richiede anche uno sforzo economico per migliorare i trasporti e le strutture ricettive.

Comments :
  • img
    Lorenzo Peterson
    15th August, 2019 at 01:25 pm
    Reply

    " There are many variations of passages of Lorem Ipsum available, but the majority have suffered alteration in some form, by injected humour "

  • img
    Tammy Camacho
    15th August, 2019 at 05:44 pm
    Reply

    " There are many variations of passages of Lorem Ipsum available, but the majority have suffered alteration in some form, by injected humour "

  • img
    Tammy Camacho
    16th August, 2019 at 03:44 pm
    Reply

    " There are many variations of passages of Lorem Ipsum available, but the majority have suffered alteration in some form, by injected humour "

    • img
      Lorenzo Peterson
      17th August, 2019 at 01:25 pm
      Reply

      " There are many variations of passages of Lorem Ipsum available, but the majority have suffered alteration in some form, by injected humour "

Leave A Comment :